5 motivi per guardare… PRISONERS (2013)

1)ATTORI – Jake Gyllenhaal alla sua migliore interpretazione e un Hugh Jackman eccezionale.

2)FOTOGRAFIA – Algida quanto bella. Questo è un film che parla molto per immagini.

3)GIUSTO O SBAGLIATO? – Si arriverà ad un punto del film in cui non si capirà più cos’è realmente giusto e cos’è, invece, sbagliato andando a toccare molto la soggettività dello spettatore.

 

4)CONTRASTO – è bellissimo vedere in scena il contrasto che c’è tra i due protagonisti, uno preso dalle emozioni e dalla violenza, l’altro più razionale e metodico.

5)PRISONERS – Ogni personaggio, in questa pellicola e prigioniero di qualcosa o qualcuno, è peggio essere prigionieri di qualcuno o di sè stessi?
 
VOTO: (( 7,5/10 )) un ottimo thriller drammatico che di sicuro non vi deluderà.

Acquista Prisoners

Annunci

MADRID, TOLEDO …in 5 immagini

In questa serie di post parlerò del mio viaggio in spagna e portogallo, effettuato in gennaio, partendo da MILANO MALPENSA, tramite easyjet. Non aspettatevi la sollita convenzionalità, si tratterà di sensazioni soggettive.

Queste sono state le tappe:

MILANO>MADRID>TOLEDO>MADRID>GRANADA>RONDA>
SIVIGLIA>LISBONA>PORTO>BARCELLONA>MILANO

         

Andrò a descrivere, ogni tappa, con 5 immagini, che rappresenteranno ciò che, per me, è significata quella determinata città.

Madrid è stata la città più brutta che ho visitato in questo viaggio, in quanto non ha avuto nulla di interessante da offrirmi (per i miei gusti strani). Le uniche “soddisfazioni” sono state alimentari.

CHOCOLATERIA SAN GINES – Questo posto è ottimo per churros con cioccolata calda, perfetta per un tardo pomeriggio di gennaio. Da provare.

POLLO E SIDRO – delizioso, pollo cotto nel sidro, accompagnato da una bottiglia di sidro prodotto in casa.

Il locale, CASA MINGO, è raggiungibile prendendo la linea 6 della metro e scendendo a PRINCIPE PIO

PUERTA DEL SOL – Una normale piazza, niente di speciale. Raggiungibile tramite la LINEA 2 (ROSSA) della metro e scendendo alla fermata SOL.

MERCADO SAN MIGUEL – Uno dei mercati più antichi e romantici di Madrid, dove si possono trovare tutti i prodotti caratteristici. Raggiungibile facilmente proseguendo dritti dopo PUERTA DEL SOL.

TOLEDO – è una bellissima (quanto piccola) città situata su un altopiano, raggiungibile facilmente prendendo un autobus dal terminale di Madrid. Una volta arrivati a Toledo, vi consiglio di prendere il trenino che, con 5 euro, vi mostra e vi racconta tutti i punti di interesse della città e vi porta nei punti migliori per scattare fotografie.

Il terminale degli autobus di Madrid è raggiungibile prendendo la LINEA 6 o LINEA 11 della metro e scendendo a PLAZA ELIPTICA

5 motivi per guardare… MAPS TO THE STARS (2014)

 

 

1)MARCIO – Ottima critica all’essere umano e ad hollywood, sistema che ormai Cronenberg considera saturo.

2)CRONENBERG – Per alcuni basterà questa motivazione per guardare il film. Prima di tutto il contenuto c’è una grande regia. Cronenberg è sempre Cronenberg.

3)DIREZIONE DEGLI ATTORI – Turri gli attori, in questa pellicola, danno una grande prova attoriale (non so se più per merito loro o del regista). Anche John Cusack (che solitamente odio) e Robert Pattison (che in altre pellicole sembra non saper recitare) dimostrano che la direzione degli attori è più importante dell’attore stesso. Julianne Moore magnifica.

4)METACINEMA – Adoro quando gli attori interpretano ruoli che vanno a criticare gli attori stessi.

5)LIBERTà DI SCELTA – In diversi momenti del film saranno presenti situazione ed episodi senza essere spiegati o confermati, in cui sarà lo spettatore a decidere da che parte stare.

VOTO: (( 8,5/10 )) Un film (come ogni altra opera di Cronenberg) che non piacere a tutti, ed è proprio questo a rendere la pellicola speciale.

Acquista Maps To The Stars

5 motivi per guardare… LO SCIACALLO (2014)

1)NOTTE – Non so per quale ragione, ma finisco per amare ogni pellicola in cui uno dei protagoniste è la notte. In questo film viene ripresa in tutto il suo splendore.

2)SINCERO – Uno dei pochi film americani sinceri, ti mostra le cose come sono, senza falsi buonismi. Talmente sincero da farti male.

3)LO SCIACALLO – Un protagonista negativo quanto riuscito, difficile nell’immedesimazione ma affascinante. Anche se fa cose terribili vogliamo continuamente sapere dove vuole andare a parare e quale sia il suo reale obbiettivo. Uno dei migliori antieroi di sempre.

4)CATTIVERIA – Ricollegandomi al secondo motivo, questa è una pellicola che riesce a farti male per quanto è cattiva, buttandoti in faccia tutta la realtà di questo mondo. Un mondo in cui è più importante l’apparenza dei fatti, che i fatti stessi.

5)EPILOGO – Nel finale ogni personaggio perde ogni filo di maschera ed inizia a parlare ed agire senza inibizioni. C’è da rimanere a bocca aperta per gli ultimi discorsi e le ultime azioni dei protagonisti. Tremendo.

VOTO: (( 8/10 )) Grazie davvero, avevo bisogno di tutta questa sincerità.

Acquista Lo sciacallo – Nightcrawler

5 motivi per guardare… SCOTT PILGRIM VS THE WORLD (2010)

1)SORPRESA – Il film sembra cominciare in modo normale, fino a che veniamo a conoscenza della realtà di Scott Pilgrim.

2)MISSIONE RIUSCITA – Davvero non so come Edgar Wright sia riuscito a rappresentare cinematograficamente il mondo videoludico così bene. 

3)CE N’è PER TUTTI – Sia gli amanti del cinema che quelli dei videogiochi che quelli dei comics si sentiranno pienamente soddisfatti dopo la visione del film.

4)MICHAEL CERA – è, fra gli attori della nuova generazione, uno dei miei favoriti. Riesce a farmi piacere ogni pellicola in cui compare.

5)STORIA D’AMORE? – Finalmente una delle poche storie d’amore che riesco a sopportare e che non causano diabete (c’è ne sono davvero poche) contornata da una colonna sonora davvero speciale.

VOTO:  (( 8/10 )) Edgar Wright non delude mai, davvero un film riuscito che riesce ad intrattenere divertendo ma anche lasciando allo spettatore qualcosa anche dopo il termine della visione della pellicola.

Acquista Scott Pilgrim Vs. The World (Blu-ray)

Acquista Scott Pilgrim Vs. The World (DVD)

5 motivi per guardare… OLDBOY (2003)

1)REVENGE MOVIE – Questo è IL revenge movie per eccellenza. Tutti gli appassionati dei film sulla vendetta dovrebbero vederlo almeno dieci volte (ed anche tutti gli appassionati di cinema in generale(ed anche tutti gli altri)).

2)CINEMA COREANO – In questi ultimi anni, il cinema coreano sta attraversando un periodo d’oro, sfornando grandissimi capolavori come The Chaser, Lady Venedetta, The Host ecc… (Avrò modo di parlarne in altre occasioni) e questo Old Boy è sicuramente uno dei migliori, se non il migliore.

Questi film sono basati su regia e fotografia perfette.

3)COLONNA SONORA – onirica e poetica, si passa da musica classica a musiche che sarebbero perfette in film di Sergio Leone. Ogni soundtrack vi farà innamorare ancora di più di ogni scena.

4)FINALE – assolutamente disturbante. 

5)SCONTRO NEL CORRIDOIO – Non c’è nulla da dire, è cinema allo stato puro. Chiunque voglia fare cinema DEVE guardare e studiare almeno una volta questa scena.


VOTO: ((  9/10  )) film bellissimo con tantissime sfaccettature, è poetico, malato, geniale, semplice, complesso e sicuramente vi lascerà qualcosa dentro.


“Sorridi e il mondo sorriderà con te, piangi e piangerai da solo”

Acquista Old Boy

TOP 9… Videogiochi della mia infanzia.

Il fatto che nel titolo ci sia la parola “mia” credo che implichi il fatto che, come sempre, questa sia una classifica SOGGETTIVA.

Questi sono i 9 videogiochi che più hanno segnato la mia infanzia e che mi hanno introdotto nel mondo videoludico.

Detto questo, cominciamo:

9)FIFA 98 (1997) – Lo abbiamo avuto tutti, chi per natale e chi per il proprio compleanno, chi originale e chi piratato. Un gioco davvero indimenticabile, anche se di calcio non mi è mai importato più di tanto, e se di lì a poco avrei preferito ISS PRO.

8)HERC’S ADVENTURE (1997) – Ricordo ancora quando chiesi a mia madre, per un lontano natale, il videogioco di HERCULES, e lei si presento con questo Herc’s Adventure. In un primo momento credetti che fosse uno di quelle copie cinesi di giochi  famosi, fatte solo per ingannare madri inesperte ma, giocandonci, mi dovetti ricredete; era di gran lunga superiore al gioco Disney. Solo dopo circa 10 anni dopo scoprii che era prodotto dalla Lucas Arts.

7)RESIDENT EVIL 2 (1998) – Questo è il secondo videogioco ad avermi ammazzato di paura, ogni volta che ci giocavo dovevo tenere tutte le luci di casa accese e, se avessi potuto, avrei acceso anche quelle degli appartamenti nelle vicinanze. 

6)SPLATTERHOUSE 2 (1992) – Primo videogioco ad avermi realmente spaventanto. Potevo giocarci soltanto per 5 minuti per volta e rimuovendo il volume, poichè il mio piccolo cuoricino da giovane bambino di 7 anni non poteva reggere oltre.

5)ALTERED BEAST (1988) – Ci ho giocato tantissimo, ma da bambino non sono mai riuscito a terminarlo (come mi manca la pazienza che avevamo un tempo… ).Questo videogioco mi ricorda tutte le mattina in cui stavo male e che quindi stavo a casa da scuola. Bei ricordi insomma.

4)SUPER MARIO LAND (1989) – Primo videogioco a cui abbia mai giocato, tramite gameboy del mio vicino. Non posso che ricordarne con affetto, e tra l’altro la soundtrack del primo livello è di gran lunga superiore a quella che tutti conoscono.

3)POKEMON BLU (1996) – Anche questo gioco lo abbiamo avuto tutti. Ricordo perfettamente i pomeriggi estivi in cui ci ritrovavamo tutti e, dopo una bella partita a calcio, cominciavamo a sfidarci con i nostri gameboy color o a scambiarci i pokemon di cui avevamo bisogno. Questo videogioco ha creato un modo di giocare che poi non ho più rivisto.

2)SONIC (1991) – Questo è stato il mio primo videogioco, ne sono realmente innamorato. Non ho nient’altro da dire.

1)SPYRO 2 (1999) – Ahhh le atmosfere di questo videogiochi sono impareggiabili. Tramonti dai colori accesissimi, vasti orizzonti e malinconia a mille. Non ho mai più provato le stesse sensazioni per un altro videogioco.

ESCLUSI SPECIALI

CRASH BANDICOOT 3 (1998) – divertentissimo.

SYNPHON FILTER (1999) – adrenalinico.

TOMBI (1997) – avvincente.

CASTLE OF ILLUSION (1990) – malinconico.