5 motivi per guardare… PROFONDO ROSSO (1975)

6a5c6f401819c7d87976cc06e3202dc8

 

 

ONIRICO – Durante tutto il film sembrerà di essere all’interno di un sogno. Un brutto sogno.deepred4k10

 

MUSICHE – Bè il tema principale di PR lo conoscono tutti, ma anche tutte le altre ost composte sempre dai GOBLIN, non sono assolutamente da meno; per non parlare, poi, della nenia infantile. Da brividi.maxresdefault

 

ALTRI TEMPI – Ogni volta che guardo questi vecchi film italiani mi chiedo se non abbiamo più bravi registi o se è solamente colpa dei produttori del declino del cinema italiano (ma conosco già la risposta).fontana-torino-profondo-rosso

 

 

ARGENTO – Davvero non capisco come un regista così bravo e visionario, che ha fatto da insegnante al cinema horror mondiale non riesca più, dopo un paio di capolavori, a fare bei film. In questa pellicola (insieme a SUSPIRIA) si respira tutta la sua arte.
tumblr_o28yufvqwr1qaseldo1_1280

 

CHI E’ L’ASSASINO? – Alla prima visione del film, nel finale, rimarrete sbalorditi nel vedere la capacità del regista di prendersi gioco della mente dello spettatore.profondo-rosso

 

 

 

 

VOTO : ((9/10)) capolavoro del regista e dell’intero cinema horror (e non solo) mondiale. Una pellicola da vedere e rivedere per poter trarne tutte le sfaccettature. Bè se non lo avete ancora visto non posso fare altro che consigliarvi di recuperarlo al più presto possibile.

Annunci

39 thoughts on “5 motivi per guardare… PROFONDO ROSSO (1975)

  1. Belli i tuoi articoli, anche se i nostri gusti a un primo giro mi sembrano molto diversi (l’horror, per dire, non fa per me, ho visto sia Profondo Rosso che Suspiria e il Gatto a Nove Code, capisco che si tratta di ottimo cinema probabilmente, ma non sono proprio a farmene piacere neanche uno, mi sono fatta convincere per amore, ai tempi). Però mi piace l’idea dei “cinque motivi per guardare/ per non guardare” e la passione per il cinema comunque ce l’ho, per cui ti seguo con piacere (e grazie di aver seguito il mio blog) 🙂
    Un saluto
    Alexandra

    Liked by 1 persona

      1. Quello nemmeno io, però penso che dopo un po’ si possa anche appendere la cinepresa al chiodo. Comunque vai a vedere la gente che ha sempre fatto bella roba anche ad una età veramente avanzata ce n’è poca.

        Liked by 1 persona

  2. Un film è il frutto del lavoro di tanti artisti: chi si occupa della regia, chi della sceneggiatura, chi della fotografia, chi degli effetti speciali… non ultimi i musicisti e gli attori.
    Avete visto che mostri sacri lavoravano a quell’epoca in Italia? Non si tratta solo di Dario Argento. Ci sono Bernardino Zapponi alla sceneggiatura, i Goblin alla musica, Carlo Rambaldi per gli effetti speciali, e, non ultimi, attori del calibro di Gabriele Lavia, Clara Calamai…
    Adesso è difficile se non impossibile ricreare un simile collage di talenti.

    Liked by 1 persona

  3. Profondo rosso è un capolavoro nel suo genere, Dario Argento è stato un vero maestro a regalarci momenti di puro terrore.
    Da non dimenticare Il gatto a nove code e Suspiria.
    Ciao, ciao

    Liked by 1 persona

  4. Questo film PROFONDO ROSSO DI DARIO ARGENTO è un bel film ma anche un po pericoloso perché gioca con la mente umana.
    Vediamo ora provo io a giocare con una domanda:
    chi è DIO Gesù io ti dirò che non e Gesù tu cosa rispondi????

    Liked by 2 people

  5. Oggi è il 29 agosto e sappi che non ho smesso un solo momento di leggere i tuoi articoli: questa formula dei 5 Motivi per fare o non fare qualcosa (persino ultimamente estesa alla cucina ed i viaggi) mi ha letteralmente conquistato.
    Preciso subito, a scanso di equivoci che tale formula risulta ai mie occhi straordinariamente gradita soprattutto perché la stesura di questa sorta di micro-zibaldino è fatta da te sempre con un’intelligenza che merita assoluto rispetto: tale acume critico viene infatti da te servito ed apparecchiato quasi fosse un assaggio (non quindi con pretese esaustive) di una critica più profonda e dettagliata, che si presuppone esistere, di cui se ne vedono le tracce evidenti (come l’effetto della forza di gravità di un pianeta nascosto ai telescopi ma di cui gli astronomi intuiscono l’esistenza proprio da quegli effetti.
    Questa sorta di condensato di verità rivelata o di magnifica opinione è davvero paragonabile ad un cocktail, in cui lo sprigionarsi di odori e sapori viene concentrato in una boccata appagante, giù nella gola della consapevolezza, arsa dall’alcol anche della provocazione stessa implicita nella mini-classifica.
    Il sacro descritto con il registro del profano, come in questo meraviglioso esempio.

    Come probabilmente avrai capito dal mio blog (ho scritto a suo temo un pezzo su Tenebre) adoro Argento e considero Profondo Rosso uno dei suoi quattro capolavori e tu in poche righe ne ha scritto splendidamente, davvero bravissimo!

    All’inizio di questo commento, ho citato la data, di per sé gesto inutile, ma serviva per farti capire di quanto sia indietro nelle mie letture e nei miei commenti, colpa di un trasloco prima e di una brutta infiammazione con febbre alta poi, per non tacere poi della complicità fornita dal giochino estivo che sto ammannendo sul mio blog e che non ti vede trab i protagonisti solo perché la nostra conoscenza è recente, altrimenti i tuoi viaggi e la tua cultura ti avrebbero di certo coinvolto in mie becerissime avventure…

    Sono dunque indietro con i commenti ma non con le letture dei tuoi articoli, dritto fino alla Corea, ma io metto di abitudine un like solo quando commento e per questo sappi che te ne arriveranno a fiumi nei prossimi giorni, anche laddove non ho condiviso (così creo anche un po’ di suspence…)

    P.S. A proposito del giochino che sto facendo, ho notato che sei incappato in un blog misterioso, ora scomparso dalla visibilità pubblica, che ho creato tempo fa sotto falso nome e che sarà protagonista della finta morte di un finto blogger e questo proprio per il gioco di cui sopra!

    Liked by 1 persona

    1. Grazie davvero, apprezzo realmente questo tipo di commenti. A che giochino di riferisci? ne sono davvero incuriosito? Spero che apprezzerai anche gli altri post che hai perso e spero vivamente ti sia ripreso dalla febbre! A presto e grazie ancora!

      Liked by 1 persona

      1. Rispondo telegraficamente:

        1. Ho apprezzato moltissimi tutti i tuoi post, che, come dicevo prima, ho letto sempre, ad ogni loro pubblicazione, ma ai quali metterò il mio like solo quando avrò anche il tempo per commentarli (ti anticipo che ho adorato tutti quelli sulla Corea, nonché quelli su The Wailing e Psycho).
        2. Il giochino è il Kasabake Gathering che imperversa da quattro post ed è ancora lungi dall’essere terminato
        Al prossimo commento, amico!

        Liked by 1 persona

  6. Caro antongrave non posso certo impedirti di apprezzare il mio blog, ma credo sia opportuno specificare che trattasi di un semplice allargamento di prospettiva per una cerchia di amici con cui intrattengo una conversazione da anni anche attraverso una semplice e privata mailinglist. Non si tratta quindi di scambio di opinioni in campi di comune interesse, come di solito funzionano i blog; il sottotitolo non lascia dubbi (nonni al seguito delle nipoti, prima a washingthon, poi a erevan, poi a suva, ora a Delhi) quindi rivolto a nonni, magari italiani, nelle stesse nostre condizioni di viaggiatori forzati………………..non credo sia il tuo caso

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...